martedì 11 giugno 2013

Laboratorio di Visual Food – gruppo dei medi (pomeriggio)

Il Visual Food prende spunto da un'idea di un'imprenditrice italiana, Rita Loccisano, che amante della cucina e del poco spreco ne ha fatto un'arte innovativa e un lavoro. Trovato tutto a proposito del Visual Food qui: http://www.visualfood-design.com/index.php/about

L'idea di portare il Visual Food al CRD 2013 mi è venuta intanto perchè negli anni si è fatto di tutto un po' nei laboratori cucina non mi piace la ripetitività ed è bello provare cose nuove e sperimentarsi, poi perchè i principi etici che stanno dietro questo stile sono davvero molto educativi e applicabili anche ai bambini. Infine l'anno scorso dopo avere fatto alcuni laboratori in cui ho introdotto fragole e banane ho scoperto che manipolandola e conoscendola la frutta veniva mangiata. Allora quest'anno via libera agli alimenti più semplici, di cui i bambini imparano gli odori, i gusti (perchè durante il laboratorio quanto mangiano con gioia!) e scoprono che alcune cose non sono poi così male come sembravano. Via libera anche alla fantasia, alla creatività, alla bellezza nel piatto perchè è vero che anche l'occhio vuole la sua parte!

Il bello da mangiare.
030  I vasi di fiori creati con pera, ananas, uva e mela


Quest'anno ho introdotto con molta molta cura e tantissima attenzione l'uso del coltello! I bambini sono stati bravissimi
020 021 022 La creazione del fiore, usando uno stampino da biscotti nelle fette di ananas (i bambini mi hanno riferito dolcissimo ananas!)

023 Tanto caos, ma un caos creativo!
024

2 commenti:

Piero Luzzi ha detto...

visual food è veramente educativo nel relazionarsi al cibo: ottimo

le Fate del feltro ha detto...

gnam gnam